Ormai sono conosciuti i molteplici benefici positivi del cannabidiolo (CBD) sul benessere, ma per molti non è ancora chiaro per quanto tempo il CBD può rimanere nel corpo e come si manifestano gli effetti dopo l’uso diretto. In rete ci sono tantissime domande sul CBD – Quanto tempo ci vuole per notare degli effetti o dei cambiamenti? Naturalmente questa domanda è assolutamente giustificata, visto che le persone hanno aspettative molto alte. Tuttavia, dobbiamo sottolineare a questo punto che, relativo questa domanda, non si possono fare dichiarazioni collettive. Perché? Perché ci sono molti fattori che giocano un ruolo quando si tratta di termini medici come effetto e durata di effetti. Noi, però abbiamo il vantaggio di poter ricorrere a vari feedback ed esperienze di utenti seri come anche ad alcuni studi. Così si possono fare delle buone dichiarazioni.

Quando inizia l’effetto del CBD?

In generale, il cannabidiolo può aiutare per una serie di lamentele. Per questo motivo – e questa è la buona notizia – sempre più persone vogliono utilizzare il metodo alternativo in aggiunta alla medicina alternativa. Sempre più persone apprezzano gli effetti positivi della pianta di canapa. La durata e l’inizio dell’effetto CBD dipendono da vari fattori, che ora spiegheremo in dettagli.

Canapa – la fonte naturale di CBD

Il CBD non deve derivare obbligatoriamente dalla pianta di cannabis. Anche la canapa comune è una fonte di CBD. Per i produttori, di solito, è più facile usare la canapa comune. La maggior parte del CBD però, che viene usata nella medicina e per applicazioni mediche, proviene dalla pianta di cannabis. Questo CBD è meno trattato in anticipo e fornisce quindi la forma più pura del CBD. Nelle piante di canapa il contenuto di CBD è di circa 1,2% - 10%, naturalmente in forma essiccata.

Il motivo dell‘assunzione

Le ragioni per l’assunzione di CBD sono molto diverse. Mentre alcuni usano il CBD per motivi solamente precauzionali aumentando il benessere, per il buon umore o per rilassarsi la sera, altri perseguono un obiettivo di salute molto specifico a causa di una malattia. Altri ancora cercano di tenere sotto controllo certi processi infiammatori nel corpo e alcuni prendono il CBD in aggiunta a una psicoterapia. Quindi l’inizio dell’effetto dipende anche fortemente dal motivo per cui il CBD viene assunto. Sicuramente è più probabile che si stabilizzi un rilassamento veloce in caso di stress che un rilassamento dopo un attacco di panico.

La forma di assunzione

Ci sono diversi formulazioni disponibili sul mercato. La più nota è olio di CBD, che spesso è acquistabile anche online. L’olio ha il vantaggio di poter essere assorbito subito attraverso le mucose e quindi entra rapidamente nel flusso sanguigno. Nel migliore dei casi viene assunto in modo sublinguale, cioè l'olio di canapa viene gocciolato sotto la lingua e tenuto nella bocca fino a un minuto prima di essere ingoiato. Nella bocca e sotto la lingua si trovano numerosi vasi sanguigni che possono assorbire il cannabidiolo e portarlo nel flusso sanguigno. Nello stomaco, l’olio ingerito viene poi ulteriormente decomposto ed elaborato. Si tratta di un modo pratico, veloce ed efficace di assorbimento che aumenta la biodisponibilità. La durata dell’assorbimento totale dell’olio è di circa 40 – 75 minuti, con un inizio degli effetti dopo 15 – 60 minuti. L’effetto dell’olio ha una durata di circa 4-6 ore[1].

Video: Assunzione corretta dell'olio di CBD

Se invece l’olio viene ingoiato subito o ingerito insieme a un pasto, ci vuole un po’ più di tempo prima che il principio attivo entri nel flusso sanguigno.Le capusle con CBD liquide e con olio di canapa sono una formulazione molto pratica e affidabile con una dose già predosata e costante. Permettono così una determinazione esatta dei parametri farmacocinetici [2]. Dopo aver preso le capsule può durare da 30 a 90 minuti finché si presenti un effetto. La durata dell’effetto è di 6 – 8 ore [1]. Combinando e legando le capsule con i grassi (es. l’olio di canapa), si ottiene un’elevata biodisponibilità a causa dell’assorbimento attraverso la mucosa dello stomaco [4] .

Anche l'inalazione, come p.es la vaporizzazione o il fumo, offre effetti rapidi, ma ha lo svantaggio di esporre i polmoni al calore, al catrame e ad altri sottoprodotti [1]. Inoltre, un dosaggio costante è difficile da ottenere.

Applicando sulla pelle creme, balsami, lozioni e cosmetica con CBD per un sollievo locale si manifesteranno effetti locali dopo circa 15 minuti. In questo caso il prodotto viene applicato topicamente e quindi assorbito attraverso la pelle (transdermico). Con questo metodo il CBD non entra nel flusso sanguigno. La durata dell’effetto è di 2-4 ore. Principalmente, in questo caso si vuole approfittare soprattutto dell’effetto esterno sulla pelle irritata, desquamata, grassa o dell’attivazione dei poteri anti-aging.

Per quanto tempo il CBD rimane nel corpo e dopo quanto tempo fa effetto

Dosaggio e prodotto

Essendoci una grande scelta di prodotti sul mercato, tra cui anche tantissime promesse e anche prodotti di bassa qualità, è importante prestare attenzione alla qualità e alla produzione del prodotto. Inoltre, pure la quantità del cannabidiolo fornita unicamente è importante. Qui si deve prima trovare il dosaggio appropriato per la rispettiva lamentela. Se si ha problemi con l’emicrania, ad esempio, è possibile che all’inizio non si noti alcun effetto assumendo solo 2-5 gocce di olio CBD 5%. Aumentando poi il dosaggio e/o la concentrazione, si può raggiungere l’effetto desiderato.

„Le opportunità di approfittare dei benefici per la salute del CBD e di altri cannabinoidi sono numerose ed ogni giorno emergono nuove tecnologie e innovazioni“ [3]

Il corpo

Ogni persona trasforma le sostanze fornite in modo diverso. E il cannabidiolo non è un’eccezione. Anche qui il principio attivo incontra un organismo individuale. La durata e l’inizio dell’effetto sono quindi molto individuali, come anche il dosaggio giusto. Essendo un principio attivo naturale, ogni persona reagisce in modo diverso. Certamente questo fatto è anche importante da considerare per il dosaggio. Si può affermare che il dosaggio e la sua reazione sono molto individuali da persona a persona.

Per quanto tempo il CBD ha effetti nel corpo?

Concludendo, possiamo aspettarci una durata di effetto di 2 – 8 ore. Quanto dura realmente l’effetto, tuttavia, dipende anche da vari fattori. A seconda della propria sensibilità, la durata dell’effetto può essere molto individuale da persona a persona. Oltre a ciò, pure la forma in cui viene preso il CBD è determinante per la durata. Svolge quindi un ruolo importante se il CBD viene fumato o assunto in forma di gocce. È anche possibile assumerlo tramite integratori alimentari o creme dall’esterno. Quando si tratta dell’effetto non devono mancare né la qualità del prodotto CBD né il dosaggio.

Si parte dal presupposto che fornendo il CBD per un periodo di tempo più lungo, la permanenza del CBD nell’organismo è altrettanto lungo. Si raccomanda dunque di prendere i prodotti CBD 2 a 3 volte al giorno [5].

Per questo motivo, non è consigliabile paragonarsi con altre persone, visto che il feedback degli altri può essere molto diverso e anche insoddisfacente non notare lo stesso effetto sul proprio corpo. Però non deve essere insoddisfacente, almeno se si sceglie il prodotto giusto. Vale piuttosto la pena di sperimentare con il dosaggio, di farsi coinvolgere dal CBD e di stare attento all’assunzione corretta. Poi non vi resta altro che ascoltare le proprie esigenze, prestare attenzione al proprio corpo e essere attento quando e dopo quale dosaggio di CBD si sta verificando un effetto. Per esempio, molte persone sane raggiungono un effetto calmante già dopo 30 minuti, possono dormire meglio e si addormentano più velocemente. Altri hanno bisogno di un dosaggio più alto per notare un effetto il più presto possibile. Spesso i dolori vengono alleviati solo per 1-2 ore, a volte anche solo per pochi minuti. Per altri, il mal di testa scompare e non ritorna più appena l’attacco è passato. È sorprendente come il CBD funzioni in modo individuale e versatile nell’organismo umano. Quindi, in generale, è meglio iniziare sempre con il dosaggio indicato. Riassumendo si può dire che non è mai impossibile dare un’indicazione esatta o precisa della durata e dell’effetto del CBD.

In sintesi, i seguenti fattori giocano un ruolo importante

  1. L’obiettivo sanitario perseguito
  2. Il tipo d'assunzione e il prodotto CBD scelto (la forma dell’assunzione)
  3. Il dosaggio
  4. Il singolo consumatore/corpo

Suggerimenti per la mirata applicazione dei prodotti CBD

  • Per garantire un uso efficiente e per ottenere i migliori benefici, prestare sempre attenzione al proprio corpo, alla propria reazione e affidarsi al proprio intuito.
  • Le gocce di CBD messe sotto la lingua hanno un effetto molto rapido, in molti casi bastano pochi minuti.
  • A seconda del campo di applicazione e dell'obiettivo di salute, l'inizio dell'effetto e la durata sono fattori rilevanti e possono variare.
  • Assumere la stessa quantità di CBD per almeno 2-3 giorni e iniziare con un dosaggio più basso di quello indicato.
  • Avvicinarsi al dosaggio ideale e ottimale passo dopo passo, aumentare lentamente la dose a piccoli passi.

Fonti:

[1] Leinow, Leonard & Birnbaum, Juliana: Heilen mit CBD. Rive, München 2019, 88-89.
[2] Birnbaum AK (2019) Food effect on pharmacokinetics of cannabidiol oral capsules in adult patients with refractory epilepsy. Download vom 22.01.2020 alla fonte [Link]
[3] Leinow, Leonard & Birnbaum, Juliana: Heilen mit CBD. Rive, München 2019, 81.
[4] Elmes MW (2015) Fatty acid-binding proteins (FABPs) are intracellular carriers for Δ9-tetrahydrocannabinol (THC) and cannabidiol (CBD). Download vom 22.01.2020 alla fonte [Link]
[5] Taylor L (2018) A Phase I, Randomized, Double-Blind, Placebo-Controlled, Single Ascending Dose, Multiple Dose, and Food Effect Trial of the Safety, Tolerability and Pharmacokinetics of Highly Purified Cannabidiol in Healthy Subjects. Download vom 22.01.2020 alla fonte [Link]