L’olio di CBD è considerato il nuovo miracolo contro lo stress, la frenesia e la pressione della vita quotidiana. Promette una varietà di benefici per il proprio benessere – a condizione che si usi il prodotto correttamente e si conosce i vari possibilità d’utilizzo. In questo articolo troverai 7 consigli pratici che dovresti sapere quando sei un principiante.

CBD - una sostanza versatile per la vita quotidiana

Conosci qualcuno che ha già fatto delle esperienze con il cannabidiolo, detto CBD? Il fitocannabinoide naturale della pianta di canapa è ormai molto conosciuto: sia come sostegno vegetale nei giorni di stress, che come antico rimedio casalingo per l’insonnia o come integratore terapeutico moderno – le possibilità d’utilizzo sono varie.

Potere vegetale con sfondo scientifico

I ricercatori hanno già scoperto che il cannabinoide è in grado di interagire con il sistema endocannabinoide. Questo sistema fa parte del sistema nervoso di ogni persona. Attraverso questo sistema, il CBD può ottenere una varietà di effetti, che contribuiscono al benessere di tutto il corpo e la mente. Sembra promettente, vero? Soprattutto i principianti hanno spesso grandi speranze o aspettative poco chiare o false. Nel seguente articolo abbiamo riassunto 7 consigli che ogni principiante dovrebbe assolutamente considerare.

7 consigli per principianti

CBD: 7 consigli pratici quando sei un principiante

  1. Affrontare la questione senza pregiudizi
  2. Adattare il prodotto alle proprie esigenze in qualsiasi momento
  3. Non confrontare le esperienze
  4. Avere pazienza
  5. Iniziare con calma
  6. Meno e meglio
  7. Non lasciarsi confondere dal sapore e dal colore

Affrontare la questione senza pregiudizi!

Coloro che stanno iniziando con l’olio di CBD ne hanno certamente sentito parlare molto. Le esperienze e le informazioni trasmesse dai media fanno sì che tanti hanno un’aspettativa sbagliata della pianta di canapa. Quindi, chiariremo prima la cosa più importante: il cannabidiolo è uno dei tantissimi cannabinoidi non psicoattivi della pianta di canapa [1].

Effetti psicotropi non sono quindi da temere. L’UE ha fissato un limite massimo per il contenuto di THC nei prodotti CBD – questi devono essere rispettati dai produttori e danno ai consumatori la sicurezza di assumere prodotti legali, cioè privi di THC o con un contenuto di THC molto basso. Acquistando oli di CBD di massima qualità, che sono disponibili in commercio, non c’è bisogno di preoccuparsi di eventuali effetti psicoattivi.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha confermato il suo profilo di sicurezza [2] e anche l’Agenzia Mondiale Antidoping ha incluso il CBD nella lista delle sostanze permesse agli atleti.

Significa quindi che normalmente non si manifestano degli effetti indesiderati attenendosi al dosaggio standard e alle raccomandazioni di consumo che si trovano sul prodotto.

Adattare il prodotto alle proprie esigenze in qualsiasi momento!

Il cannabidiolo né ha alcun effetto psicoattivo né crea assuefazione. Si può quindi interrompere o modificare la quantità delle gocce in qualsiasi momento per adattare la dose alle proprie esigenze.

In generale, nei primi mesi si consiglia un’assunzione regolare per ottenere un senso per il dosaggio e le particolarità del cannabinoide. Dopodiché l’assunzione può essere adattata secondo necessità. Nei maggior casi il dosaggio può addirittura essere ridotto nel passare del tempo.

Il CBD è un sostegno mentale e corporeo dalla natura.

Consiglio per principianti: non crea assuefazione

Non confrontare le esperienze!

Ogni corpo è individuale: I feedback sull’esperienza forniscono linee guida e informazioni interessanti, ma non si dovrebbe però confrontare le proprie esperienze con gli altri. I seguenti parametri possono influenzare l’inizio degli effetti del fitocannabinoide:

  • Metodo di assunzione
  • Altezza e peso corporeo
  • Sentimento soggettivo
  • Situazione di partenza

Anche se due persone assumono lo stesso prodotto per la stessa tematica, non devono ottenere anche gli stessi effetti. Ci sono delle persone che reagiscono in modo sensitivo a prodotti naturali e quelli che sono meno sensibili e hanno bisogno di più tempo.

A seconda del prodotto l’inizio dell’effetto può essere molto variabile. Per sapere di più potete leggere questo articolo „Durata dell'effetto - Per quanto tempo il CBD rimane nel corpo?“.

Cioè, per quanto diverso siano le genetiche, lo sono anche le esperienze con il CBD.

Avere pazienza!

Tanti dimenticano che il CBD è un prodotto naturale e non un medicinale. Bisogna avere pazienza finché il corpo si abitui all’apporto di cannabinoidi esogeni e finché si manifestino i primi effetti. Il cannabinoide non interviene direttamente con certi processi, ma interagisce con l’organismo in modo olistico e solidale per riportarlo delicatamente in equilibrio.

„Dovresti dare al tuo corpo almeno tre settimane“, è il consiglio degli esperti. Molti sperano di notare subito degli effetti e poi interrompono l’assunzione delusi e troppo presto. Quindi, se dopo due o tre giorni non ci sono ancora degli effetti, non giungere a conclusioni premature e dai alla pianta di canapa una possibilità.

Per effetti ottimali l’olio di CBD viene messo direttamente sotto la lingua sulla mucosa orale. Per sapere di più sull’assunzione leggete l’articolo „Assunzione e durata di conservazione degli oli di CBD“.

Guida pratica

Iniziare con calma!

Più alta è la concentrazione, migliori sono gli effetti? Non possiamo sottoscrivere questo. A meno che non sia stato prescritto dal tuo medico, dovresti iniziare con concentrazioni bassi per principianti (dal 5% al 10%). Per tematiche riguardanti il benessere, queste concentrazioni possono già portare degli ottimi effetti.

La concentrazione indica quanto estratto di CBD sia nel flacone.

Meno è meglio!

Tanto è sempre meglio? Anche per il dosaggio vale lo stesso “meno è meglio”. Avvicinati lentamente alle raccomandazioni di consumo. In tanti casi la riduzione del numero delle gocce può essere utile.

L’assunzione combinata con farmaci deve essere discussa con il medico per escludere possibili interazioni. Inoltre, si raccomanda di aspettare un paio di ore (2-3) tra l’assunzione dell’olio CBD e dell’assunzione del farmaco.

Non lasciarsi confondere dal sapore e dal colore

Il sapore degli oli di CBD può variare molto da carica a carica o da produttore a produttore. L’olio può avere un sapore delicato di noce o un sapore molto corposo e forte. È importante notare: il cannabidiolo è un prodotto naturale e il sapore può variare a seconda della carica e del materiale vegetale utilizzato. Ecco perché il sapore e il colore possono variare.

A seconda del profilo di terpeni e dell’olio vettore, l’olio di CBD ha un sapore piacevolmente di noce o un sapore forte amaro. Con l’uso dell’olio vettore si può disinnescare l’aroma forte.

Analisi regolari garantiscono che ogni carica contenga sempre le stesse sostanze vegetali nella stessa concentrazione. Cambiamenti nel sapore e nel colore non riducono però la qualità dell’olio.

Conclusione

Ci sono alcuni punti che causano confusione, specialmente quando sei un principiante. Aspettative sbagliate come anche la mancanza di conoscenze attraverso la pianta di canapa e delle sue caratteristiche speciali possono portare a un’interruzione prematura dell’assunzione. In questo caso si deve avere pazienza. Di solito i primi resultati si notano dopo una o due settimane. Il CBD è un prodotto naturale che attraverso il sistema endocannabinoide, porta il nostro corpo al benessere. Non dimenticare che le esperienze con i prodotti CBD sono molto individuali come lo sono anche i sentimenti di ogni persona. È meglio farsi una propria opinione e scoprire il potenziale della pianta di canapa.

Fonti e studi

[1] Pellati, F. et al. (2018). Cannabis sativa L. und nicht-psychoaktive Cannabinoide: ihre Chemie und Rolle bei oxidativem Stress, Entzündungen und Krebs. Doi: 10.1155/2018/1691428. Download del 17 giugno 2021 [Fonte]

[2] WHO. (2017). Drogen (psychoaktiv): Cannabidiol (Verbindung aus Cannabis). Download del 17 giugno 2021 [Fonte]

[3] WADA. (o.J.). Cannabinoide. Ist Cannabidiol (CBD) Öl verboten? Download del 17 giugno 2021 [Fonte]