Le giornate si accorciano, le temperature scendono e si potrebbe dormire tutto il giorno. Un paio di mesi fa siamo ancora stati al mare godendoci il sole. Da un giorno all’altro è arrivato l’autunno, il freddo e il buio. Alternative naturali e vegetali possono aiutare contro la depressione stagionale.

L'autunno è arrivato

In questi giorni fa buio più presto. Alzarsi la mattina può essere molto difficile e la motivazione di muoversi dopo il lavoro diminuisce.

Per molte persone il cambiamento dopo l’estate causa grandi difficoltà. Stanchezza, giornate senza energia accompagnati di malumore sono solo alcuni dei sensazione che proviamo in questi giorni. Isolarsi a casa non può essere però la soluzione. Per non perdere il buon umore estivo è importante passare il tempo libero con persone e attività che ci rendono felici.

La luce influenza il nostro benessere

Il fatto che il nostro umore peggiora quando fuori fa buio più presto è normale e succede a tutti noi. Gli studi dimostrano che la mancanza di luce diurna e l’intensità minore della luce in autunno e in inverno intensificano il malumore.

La maggiore produzione di melatonina nei mesi autunnali e invernali è causata dalla mancanza di luce. La melatonina è l’ormone del sonno del corpo che influenza il ritmo giorno-notte. L’aumento del livello di melatonina è una delle ragioni per cui le persone sono più stanche del solito durante i mesi autunnali e invernali [1].

Che cos'è la depressione stagionale?

Il termine depressione stagionale o disturbo affettivo stagionale (SAD) descrive un umore depresso nei mesi autunnali. Dal punto di vista medico la depressione stagionale è uno dei disturbi emotivi stagionali, detto SAD. È un disturbo periodico che si presenta in certi periodi dell’anno per quanto nei mesi autunnali e invernali sia più grave [2].

Che cos'è la depressione stagionale?

Quali sono i sintomi della depressione stagionale?

Sintomi di origine mentale

Sintomi fisici

Umore depressivo persistente Disturbi del sonno
Indifferenza Stanchezza
Senza energia Spesso fame da lupo in combinazione con un aumento di peso
Svogliatezza Mal di testa e schiena
Difficoltà di concentrarsi Vertigini

Cosa dicono le ricerche?

Minore attività della serotonina

Le ricerche mostrano che le persone soffrenti di SAD hanno difficoltà a regolare il neurotrasmettitore serotonina. Gli esperti suppongono che sia responsabile dell’equilibrio dell’umore. Quando la luce solare diminuisce in autunno, c’è anche una corrispondente diminuzione dell’attività della serotonina.

Aumento del livello di melatonina

Persone soffrenti di SAD sono afflitte da una sovrapproduzione di melatonina. L’ormone reagisce al buio rendendoci stanchi e sonnolenti.

Ritmo circadiano disturbato

L’abbassamento del livello di serotonina e l’aumento del livello di melatonina influenzano il ritmo circadiano. Il ritmo circadiano reagisce ai cambiamenti ritmici luce-buio che si presentano ogni giorno e in ogni stagione. Gli esperti hanno scoperto che il segnale circadiano, che indica i cambiamenti stagionali, varia nel tempo quando si soffre di SAD.

Basso livello di vitamina D

Le persone con SAD producono meno vitamina D a causa della mancanza di luce solare durante i mesi autunnali e invernali. Inoltre, la vitamina è legata all’attività della serotonina. Cercate quindi di evitare una carenza di serotonina. [3].

Quando prendere sul serio la depressione stagionale

Quando prendere sul serio la depressione stagionale?

Sappiamo tutti che l’umore scende di tanto in tanto quando fa brutto tempo. È del tutto normale sentirsi stanchi e svogliati durante la stagione fredda e buia. Con semplici consigli e trucchi, è possibile contrastare gli sbalzi d’umore in modo da non cadere in un buco.

Tuttavia, se il malumore non sparisce e dura più di qualche giorno, questo può essere il primo segno di un disturbo emotivo stagionale. In questo caso raccomandiamo consultare un medico.

Disturbo affettivo stagionale - cosa ci si può fare?

Dal punto di vista psicologico non ci resta altro che accettare la situazione. Fuori fa buio, le temperature scendono e, se non si va in vacanza, non c’è niente che possiamo fare contro i cambiamenti stagionali.

Invece di combattere questa situazione, dovremmo quindi cercare di rendere il tempo il più piacevole possibile e vedere il cambio di stagione come un impulso al rallentamento.

Accettazione & rallentamento sono i primi rimedi contro la depressione stagionale.

La buona notizia è che la natura offre un paio di rimedi che possono migliorare gli sbalzi d’umore stagionali. Stimolatori vegetali dell'umore possono aiutare a promuovere il buon umore.

Alternative naturali per un buon umore

Alternative naturali per il buon umore

Iperico

L'iperico, conosciuto anche come Erba di San Giovanni è una pianta con fiori di colore giallo brillante. Grazie ai suoi ingredienti efficaci, la pianta è usata come alternativa per disturbi dell’umore.

I principi attivi ipericina e iperforina sono responsabili delle proprietà che sollevano l’umore.

Numerosi studi mostrano che l’erba di San Giovanni può aiutare a migliorare l’umore. A causa dell’efficace sinergia degli ingredienti, gli esperti sospettano che l’erba di San Giovanni possa interagire con altri farmaci. Soprattutto con quelli che influenzano le funzioni degli enzimi epatici e intestinali. Se state già assumendo dei farmaci, è quindi consigliabile discutere in anticipo l’assunzione con il vostro medico per escludere possibili interazioni [4].

L-tripotfano e 5-HTP

Chiunque abbia già avuto a che fare con sostanze che aumentano l’umore ha sicuramente sentito i termini chimici L-triptofano e 5-HTP.

Il L-triptofano è considerato una fonte essenziale di benessere e felicità, che non può essere prodotto dal corpo stesso. Per questo deve essere fornito regolarmente tramite l’alimentazione.

Insieme alle vitamine B3 e B6, il triptofano viene trasformato in 5-idrossitriptofano (5-HTP). Con l’aiuto della vitamina B6, questa diventa poi serotonina. Sia l’L-triptofano che il 5-HTP promuovono l’aumento della produzione dell’ormone della felicità.

Una carenza di L-triptofano può favorire i seguenti sintomi:

  • Malumore
  • Distubri del sonno
  • Aumento dell‘appetito, soprattutto per i carboidrati e i dolci
  • Inquietezza
  • Ansia
  • Aumento della sensazione di dolore [5]

L’aminoacido si trova in tutti gli alimenti ricchi di proteine. I seguenti alimenti sono particolarmente ricchi di L-triptofano:

  • Latte
  • Formaggio
  • Pollo
  • Manzo
  • Uova
  • Piselli
  • Noci [5].

Sovradosare L-triptofano non è possibile in senso proprio. Ecco perché l’aminoacido è utilizzato come alternativa naturale contro la depressione stagionale. Nel trattamento olistico del sovrappeso il L-triptofano è anche usato durante il processo di terapia.

Poiché spesso il L-triptofano può essere metabolizzato ulteriormente, gli esperti raccomandano di combinarlo, a causa dell’effetto specifico, con il 5-HTP.

È importante fare attenzione alla combinazione con altri farmaci, soprattutto a quelli che interferiscono con il metabolismo della serotonina. In questo caso gli esperti consigliano di rinunciare all’assunzione e/o di discutere la combinazione con il proprio medico [5].

Zafferano

Rispetto all’erba di San Giovanni, al L-triptofano e 5-HTP, lo zafferano è l’alternativa a base di erbe un po’ esclusiva. Lo zafferano, noto anche come Crocus Sativus, fa parte della famiglia delle Iridacee, dal quale viene estratto la preziosa spezia. La spezia più costosa del mondo non ha solo un sapore particolarmente aromatico e intenso, ma dà ai piatti anche il loro colore giallo brillante.

Ti chiedi perché lo zafferano è così costoso? I preziosi pistilli di zafferano si trovano nei fiori della pianta. Per un chilogrammo di zafferano sono necessari fino a 150.000 fiori. Inoltre, devono essere raccolti a mano. Sembra un sacco di lavoro, vero?

Una meta-analisi di studi clinici randomizzati ha dimostrato che l’integrazione di zafferano può migliorare i sintomi depressivi. Per questo lo zafferano viene utilizzato come alternativa naturale contro disturbi depressivi. Tuttavia, sono ancora necessari studi a lungo termine per trarre ulteriori conclusioni sull’efficacia [6].

Vitamina D

La vitamina del sole si forma nella pelle quando è esposta alla luce solare. Dato che in autunno e in inverno riceviamo pochissima della preziosa luce solare, è particolarmente importante assumerla con il cibo.

La vitamina D si trova solo in alcuni prodotti alimentari, come:

  • Latte
  • Uova
  • Burro
  • Fegato
  • Pesce
  • Funghi [5].

Ecco perché la vitamina D viene spesso assunta come integratore alimentare in forma di capsule o gocce, soprattutto nei mesi autunnali e invernali.

Anche se gli esperti sottolineano che è sufficiente esporre le gambe e le braccia alla luce solare per cinque – dieci minuti tre volte alla settimana per mantenere un livello sano di vitamina D, è ancora difficile da attuare, soprattutto in autunno e in inverno.

Nella stagione fredda, tra ottobre e aprile, il poco sole e i vestiti pesanti fanno sì che praticamente nessuna vitamina D possa essere prodotta attraverso la pelle.

Gli studi mostrano che una mancanza di vitamina D può essere coinvolta nello sviluppo della depressione stagionale. Gli specialisti raccomandano quindi di passare del tempo all’aperto il più spesso possibile durante i mesi autunnali e invernali e di assumere prodotti alimentari ricchi di vitamina D o integratori alimentari [7].

Acidi grassi omega 3

Gli acidi grassi Omega-3 non sono solo importanti per la nostra salute in generale, ma sono anche utilizzati come un’alternativa naturale aggiuntiva nel trattamento di disturbi depressivi.

Gli acidi grassi devono essere forniti regolarmente tramite il cibo e si trovano principalmente nel pesce. Gli studi dimostrano che per le persone soffrenti di disturbi depressivi e di una carenza di acidi grassi omega 3, l’aumento degli acidi grassi omega 3 potrebbe contribuire positivamente al miglioramento dei sintomi.

Dall’altra parte ci sono però studi che mostrano nessun successo attraverso l’integrazione di acidi grassi omega-3. Sono necessari più studi per giungere a conclusioni chiare [8].

Bastano 1-2 cucchiai di un olio di semi di canapa di alta qualità per coprire il fabbisogno giornaliero di acidi grassi essenziali.

Passiflora

Molte alternative naturali per il buon umore contengono estratti di passiflora. La pianta tradizionale è usata principalmente per l‘inquietudine interiore e il nervosismo e può anche aiutare con i disturbi dell’umore.

Utilizzo del CBD contro la depressione stagionale

Utilizzo del CBD contro la depressione stagionale

L’uso dell’olio di CBD è particolarmente popolare per la depressione stagionale, anche chiamato disturbo affettivo stagionale (SAD). Gli studi indicano che il CBD è in grado di influenzare i livelli di serotonina. La serotonina è probabilmente l’ormone della felicità più conosciuto e migliora l’umore.

Ma che cos’è il CBD? Il CBD è un fitocannabinoide della pianta di canapa. È stato usato per migliaia di anni sia come medicinale che per la produzione di vestiti o come materiale da costruzione. La pianta tradizionale è stata riscoperta negli ultimi anni, soprattutto per il suo potenziale salutare. Rispetto al THC, il CBD non è intossicante e può essere idealmente integrato nella vita quotidiana.

Con la scoperta del sistema endocannabinoide nel 1992, si poterono finalmente fare affermazioni scientificamente valide sull’effetto del CBD. Il sistema endocannabinoide fa parte del sistema nervoso e contribuisce significativamente a riportare il corpo in uno stato di equilibrio. Modula gli amici, l’energia e il benessere e interagisce con altri sistemi, come il sistema immunitario [9].

Il CBD per migliorare la qualità del sonno

Oltre alle sue proprietà equilibranti e armonizzanti, il CBD non solo può promuovere il benessere nella vita quotidiana, ma contribuisce anche a un sonno riposante. Il sonno è particolarmente importante per il nostro benessere – soprattutto quando il ritmo circadiano ha difficoltà ad adattarsi a nuove circostanze.

Le gocce per dormire con estratto di melissa e scorze di arancia amara possono aiutare a ridurre il tempo richiesto di addormentarsi e possono migliorare la qualità del sonno. Ti aiutano a tornare alla tua solita routine del sonno. Le persone ben riposate sono anche più attive e produttive nella vita quotidiana. Ideale per combattere con successo la depressione stagionale. Preziosi acidi grassi omega-3 e omega-6 nell’olio di CBD.

Oltre al CBD, l'olio di CBD biologico contiene anche ingredienti preziosi come terpeni e acidi grassi omega-3 e omega-6. Il potere pieno della natura può essere particolarmente benefica nella stagione fredda.

Il CBD come alternativa naturale e aggiuntiva per il malumore

Il CBD è usato come alternativa naturale nel trattamento complementare degli stati depressivi. Uno studio del 2018 si è concentrato sugli effetti percepiti della cannabis su fenomeni negativi come lo stress, l’ansia o gli stati d’animo depressivi. I ricercatori hanno scoperto che la cannabis ad alto contenuto di CBD e basso contenuto di THC era associata ai maggiori cambiamenti nei tassi di depressione [10].

Come assumo il CBD?

Il CBD viene solitamente assunto sotto forma di olio di CBD. L’olio viene fatto gocciolare direttamente sotto la lingua sulla mucosa orale. Questo garantisce un buon assorbimento degli ingredienti. In alternativa, ci sono le capsule di CBD. Questi vengono assorbiti con un leggero ritardo attraverso la mucosa gastrointestinale.

Video: CBD Vital - Utilizzo e conservazione corretta dell'olio di CBD

Capsule Canapa Happy Mind

In combinazione con l'olio di CBD, le capsule Canapa Happy Mind sono il pacchetto di soluzioni ideale contro la depressione stagionale. Il complesso di micronutrienti è fatto per il benessere mentale e fisico:

Le capsule di canapa Happy Mind si usano:

  • per più dinamicità
  • per la riduzione naturale degli stati d’animo bassi
  • per la svogliatezza e il dolore
  • per più energia
  • contro il malumore
  • contro il disturbo affettivo stagionale

Vitamina D, le vitamine B attivate, il ferro e il l-triptofano e il 5-HTP dell’estratto di semi di Griffonia simplicifolia danno alle capsule quella porzione extra di buon umore. La taurina completa il complesso per contrastare la stanchezza causata dalla depressione stagionale. Per assicurarti di passare l’autunno con il buon umore, abbiamo altri 9 consigli anti-autunnali per la vita quotidiana.

9 consigli per il buon umore

1. Aromaterapia

Un buon odore o un profumo ci fa stare bene e può avere un effetto calmante. Può risvegliare ricordi e emozioni e aumentare il benessere. Profumi come la lavanda, la menta o gli agrumi sono particolarmente raccomandati contro il malumore.

Consiglio: Con un diffusore di aromi si può diffondere l’aroma degli oli essenziali in tutta la stanza.

Aromaterapia

2. Essere creativi

L’autunno è la stagione perfetta per stare a casa e essere creativi. Sia composizioni autunnali, zucche decorative che bellissime candele, le attività creative hanno un valore terapeutico. Possono aiutare a calmarsi e a ricaricare le batterie.

3. Doccia scozzese

Chiunque abbia mai fatto una doccia fredda sa quanto sforzo ci vuole e quanto ci si sente freschi dopo. La doccia scozzese è usata per rafforzare il sistema immunitario e è un stimolante ideale – perfetta contro la depressione stagionale e per la stagione fredda per prevenire i raffreddori.

4. Piatti e bevande caldi

Secondo la MTC (medicina tradizionale cinese) si dovrebbe mangiare solo cibi antifreddo durante la stagione fredda.

Il cibo antifreddo ha un effetto particolarmente benefico e ci riscalda dall’interno. In particolare le spezie come il peperoncino, lo zenzero o la cannella riscaldano tutto il corpo.

Mettersi sul divano e bere una tisana o una cioccolata calda può essere molto rilassante dopo una giornata faticosa.

5. Esercizi fisici e sport all'aria aperta

L’esercizio e lo sport non fanno bene solo al corpo, ma anche alla psiche. Le proprietà antidepressive di un esercizio e lo sport sono al centro di molti studi. La fisioterapia fa parte dei concetti di terapia olistica e viene utilizzata per l’umore depressivo.

6. Buona musica

Lo conosciamo tutti: la canzone preferita nel momento giusto può aumentare il nostro umore. Fai una playlist del buonumore con tutti i tuoi hit preferiti. Puoi ascoltarla quando sei senza energia e di malumore.

Contatti sociali

7. Contatti sociali

Anche se preferisci stare a casa da solo nei giorni grigi, i contatti sociali sono comunque importanti. Scambiare regolarmente idee con gli amici e fare attività divertenti insieme, distrae dalla tristezza autunnale. Mal comune mezzo guadio.

8. Fototerapia

La luce è essenziale per il nostro benessere mentale. La fototerapia è una procedura medica scientificamente riconosciuta. Utilizzata contro il malumore stagionale come anche la depressione stagionale in autunno o inverno, la fototerapia ha un enorme potenziale terapeutico [11]. La cosiddetta lampada a luce diurna può essere acquistata anche per la casa.

9. Benessere per corpo e mente

Un bagno caldo sembra rilassante, vero? Piccoli rituali di benessere in autunno possono anche aumentare l’umore e il benessere. Combatti la depressione autunnale con massaggi, meditazione, sauna e trattamenti di bellezza. La routine di benessere con il CBD è perfetta quando fuori è grigio e freddo.

Conclusione

A parte il tempo tempestoso e piovoso, l’autunno ha anche le sue bellezze. Ci sono diverse ragioni per cui ci si può essere contenti dell’arrivo dell’autunno:

  • godersi gli ultimi raggi di sole
  • passegiare tra i boschi colorati
  • moda autunnale accogliente
  • le castagne
  • un bagno caldo
  • ... e tanto altro!

Cerca di mantenere il buon umore e il benessere con semplici consigli e trucchi per evitare che la depressione stagionale abbia il sopravvento sul tuo umore. Il CBD può essere un buon rimedio naturale contro il disturbo affettivo stagionale. Grazie alle sue proprietà armonizzanti, il cannabinoide contribuisce all’equilibrio interno e favorisce la qualità del sonno. Insieme a micronutrienti selezionati, puoi passare un autunno pieno di energia.

Fonti

[1] Roecklein, K., Rohan, K. (2005). Seasonal Affective Disorder. An Overview and Update. Psychiatry (Edgmont). 2(1): 20–26.

[2] Neubauer, S. (2016). 8 Fragen zur Herbst- und Winterdepression. Download del 21 settembre 2020 [Fonte]

[3] Melrose, S. (2015). Seasonal Affective Disorder: An overview of Assessment and Treatment Approaches. Depress Res Treat. 2015;2015:178564. doi:10.1155/2015/178564.

[4] Klemow, K. et al. (2011). In: Benzie IFF, Wachtel-Galor S, editors. Herbal Medicine: Biomolecular and Clinical Aspects. 2nd edition. Boca Raton (FL): CRC Press/Taylor & Francis; 2011. Chapter 11.

[5] Schmiedel, V. (2019). Nährstofftherapie. Orthomolekulare Medizin in Prävention, Diagnostik und Therapie. (4. Aufl). Theime: Stuttgart.

[6] Hausenblas HA, Saha D, Dubyak PJ, Anton SD. (2013). Saffron (Crocus sativus L.) and major depressive disorder: a meta-analysis of randomized clinical trials. J Integr Med. 11(6):377-383. doi:10.3736/jintegrmed2013056

[7] Penckofer S, Kouba J, Byrn M, Estwing Ferrans C. (2010). Vitamin D and depression: where is all the sunshine? Issues Ment Health Nurs.;31(6):385-393. doi:10.3109/01612840903437657

[8] Wani AL, Bhat SA, Ara A. (2015). Omega-3 fatty acids and the treatment of depression: a review of scientific evidence. Integr Med Res.;4(3):132-141. doi:10.1016/j.imr.2015.07.003

[9] Moskowitz, M. (2019). Das Endocannabinoid-System. In Heilen mit CBD. Das wissenschaftlich fundierte Handbuch zur medizinischen Anwendung von Cannabidiol. Leinow & Birnbaum (Hsg.). Riva Verlag: München.

[10] Cuttler, C., Spradlin, A., McLaughlin, R. (2018). A naturalistic examination of the pferceived effects of cannabis on negative affect. Journal of Affective Disorders. 8 (235). Download del 29 settembre 2020 [Fonte]

[11] Bassa, D., Canazei, M., Hinterhuber, H. et al. Lichttherapie: Zum Stand der aktuellen Forschung. Neuropsychiatr 27, 142–148 (2013). https://doi.org/10.1007/s40211-013-0067-5.

Vera Ecker, BA, MA

Autore

Vera Ecker, BA, MA

Vera Ecker, BA, MA è laureata in amministrazione sanitaria nel turismo. Il tema della salute ha un grande valore nella sua vita – sia nell’ambito professionale che privato. Le sta particolarmente al cuore trovare metodi alternative e complementare per il promovimento sanitario e la prevenzione. Per questo è anche...